Vuoi entrare in un gruppo di amici? Il metodo dei 3 passi

Uno dei modi per avere di un gruppo di amici, è unirsi ad uno già esistente. A volte è molto facile: ti iscrivi ad un corso per adulti, inizi a frequentare gli altri membri abituali e prima ancora che tu te ne accorga, sei già parte del gruppo. Altre volte per qualche motivo non è poi così facile. Ad esempio, ti sei iscritto all’università, ma sei mancato durante i primi mesi e adesso ti trovi in una situazione in cui alcuni gruppi si sono già formati e tu purtroppo sei rimasto isolato.

Le diverse tipologie di un gruppo di amici

Il grado di difficoltà che incontrerai quando cerchi di unirti ad un gruppo pre-esistente, dipende dal tipo di gruppo a cui vuoi unirti. Devi tenere presente che ci sono alcuni fattori che possono influenzare la strategia che dovrai usare per entrarci.

Quanto è aperto il gruppo?

Alcuni gruppi sono aperti a nuovi elementi. Altri sono più esclusivi (non per forza snob). In alcuni casi tutti i membri esistenti sono contenti del gruppo così com’è e non sentono il bisogno di includere qualcuno di nuovo. Le abitudini e le esperienze condivise in passato, possono involontariamente creare una barriera che tiene fuori chiunque altro. Anche se un gruppo sembra chiuso, nella maggior parte dei casi i suoi componenti saranno comunque contenti di includerti, ma dovrai essere tu a prendere l’iniziativa.

Quale è la composizione del gruppo?

Se un gruppo di amici passa un sacco di tempo assieme e i suoi elementi hanno già condiviso moltissimi dei loro segreti, sarà molto più difficile entrarci rispetto ad un gruppo di colleghi che fanno festa una volta ogni tanto, ma che si vedono raramente tra un’uscita e l’altra. Nel secondo caso, entrare a farne parte è solo questione di far loro sapere che vuoi unirti la prossima volta che si vedono.

Da quanto tempo il gruppo esiste?

È più difficile entrare in gruppi che esistono da lungo tempo. Nei gruppi più nuovi non esiste ancora il concetto di “membri storici”.

Conosci già qualcuno nel gruppo?

Può capitare che conosci già alcuni se non tutti i membri individualmente e quindi entrare nel gruppo è più facile. Altre volte conosci solo vagamente uno di loro, magari perché è un amico di un amico, ma non hai nessuna scusa plausibile per andare a parlargli.

Sei nuovo nell’ambiente?

Se sei il nuovo arrivato, è naturale che tu vada in giro a cercare di fare nuove amicizie. Nessuno sarebbe sorpreso se provassi a presentarti a persone che non conosci e cercare di farti coinvolgere in qualche attività. I gruppi già esistenti sono sospettosi nei confronti di qualcuno che già conoscono, ma che non fa parte del gruppo e normalmente sono più aperti e curiosi nei confronti di qualcuno di totalmente nuovo.

Il metodo dei 3 passi per unirti ad gruppo sociale

ATTENZIONE!
Se tu e il gruppo non siete naturalmente compatibili, non esiste tecnica al mondo che possa fartici entrare (a parte ovviamente fingere di essere qualcun altro). Le tecniche che descrivo in seguito ti permetteranno di entrare in gruppo di cui sei predisposto a farne parte.

 

1. Stabilisci un contatto iniziale

Molte persone sono bloccate proprio al su questo punto. Vorrebbero unirsi ad un gruppo specifico, ma non sanno da dove iniziare. Le opzioni disponibili dipendono dal tipo di accesso che hai al gruppo.

Presentati a tutti quanti allo stesso momento

Per esempio:

  • Lavori in una grande compagnia. Un gruppo di colleghi si ritrova per pranzo ogni giorno alla mensa aziendale. Per inserirti nel gruppo puoi chiedere semplicemente se puoi sederti al loro stesso tavolo.
  • C’è un gruppo di amici nella tua zona che si ritrova spesso a giocare a calcetto al parco. Per inserirti nel gruppo puoi farti avanti e chiedere se puoi giocare con loro.

Questo approccio richiede una certa dose di sangue freddo, ma se sei compatibile con il gruppo, risulterai coraggioso e sicuro di te e le persone ti apprezzerano per questo. Se questo approccio ti rende troppo nervoso, puoi sempre provare il seguente.

Conosci alcuni dei membri del gruppo individualmente

Per esempio:

  • All’università hai notato un gruppo interessante che si ferma a chiacchierare spesso nel cortile tra una lezione e l’altra. Sull’autobus per tornare a casa vedi spesso uno dei membri del gruppo. Ti basta socializzare con questa persona per avere una scusa per presentarti al gruppo la prossima volta che si riuniscono.
  • Frequenti un corso collettivo (teatro, danza, ecc.) e vorresti far parte del gruppo che si frequenta da prima ancora che tu iniziassi. Cerca di stabilire un contatto con una persona specifica del gruppo e usala come punto di accesso per essere presentato a tutti.

Lo scopo è avere una scusa per approcciare il gruppo quando si riunisce.

2. Frequenta costantemente il gruppo

Adesso sei nella fase “Il gruppo sa che esisto e non è infastidito da ciò”. Il prossimo obiettivo da raggiungere è “Passo del tempo con loro e mi considerano un amico”.

Uno degli ostacoli che molte persone incontrano quando si tratta di entrare in un gruppo sociale è dovuto al fatto che è facile essere accettati dal gruppo, ma è più difficile venire coinvolti attivamente. Per esempio sei il benvenuto quando si tratta di fare quattro chiacchiere al bar dopo il lavoro, ma nessuno ti invita quando vanno al cinema nel weekend.

Se ti trovi in questa situazione ecco alcuni suggerimenti utili:

  • Devi far capire al gruppo che sei una persona interessante da coinvolgere in attività che si svolgono al di fuori del contesto in cui vi siete conosciuti. Se sanno che ti piace fare le stesse cose che fanno loro, probabilmente saranno più interessati a coinvolgerti quando le fanno (Ad esempio: “Voi giocate a pallavolo tutti i Giovedì? Ho giocato anche io fino a qualche anno fa. Mi piacerebbe unirmi a voi se c’è un posto libero”)
  • Puoi chiedere quali siano i loro programmi e chiedere di poterti unire a loro
  • Puoi provare ad organizzare qualcosa tu stesso. Anche se per qualche motivo la cosa non va in porto, almeno tutti sapranno che sei hai dello spirito d’iniziativa

Una volta che frequenti il gruppo in maniera costante, diventarne parte integrante è molto spesso solo una questione di tempo.

Se vi frequentate regolarmente, conoscerai meglio gli altri e gli altri conosceranno meglio te, inizierai a usare le stesse espressioni che usano gli altri e avrete delle storie in comune da raccontare.

3. Rafforza il legame con ognuno dei membri del gruppo

Se vuoi essere riconosciuto come un elemento importante del gruppo, è molto difficile raggiungere questo oviettivo se sei amico solo di una o due persone. È importante rafforzare il rapporto con tutti i membri del gruppo. Va bene lo stesso anche se non diventi il migliore amico di tutti, ma cerca comunque di stabilire un rapporto di qualche tipo con ognuna delle altre persone. Ricorda anche che in molti gruppi ci sono persone che non si sopportano tra di loro, ma preferiscono sotterrare l’ascia di guerra per non rovinare l’armonia del gruppo.

Firma Marco Lombardo

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.0/5 (2 votes cast)
Vuoi entrare in un gruppo di amici? Il metodo dei 3 passi, 3.0 out of 5 based on 2 ratings

One Reply to “Vuoi entrare in un gruppo di amici? Il metodo dei 3 passi”

Rispondi