Cosa vuol dire essere interessante?

Cosa vuol dire essere interessante?

Ciò che rende una persona interessante è il fatto che possiede una qualche forma di conoscenza che altre persone non hanno, ma vorrebbero avere. Non sto parlando per forza di cose straordinarie. Possono anche essere piccole cose come: curiosità di cultura generale, idee, gusti personali, concetti, filosofie, ecc… Probabilmente ti ricordi di un momenti in cui hai conosciuto qualcuno che avesse un lavoro o uno stile di vita unico ed eri ansioso di conoscere tutte le sue storie e i suoi aneddoti. O magari conosci qualcuno che guarda le cose in modo leggermente diverso da te e ti piace ascoltare le sue opinioni.

Se vuoi essere più interessante, vivi una vita interessante

Essere interessante non vuol dire stare seduto in casa per un’ora a cercare su internet cose divertenti da dire agli amici a cena. Vuol dire essere poliedrici e diventare quella persona che ha sempre cose nuove da raccontare alla gente. Molte persone con poca esperienza sociale hanno sempre vissuto una vita piatta. Magari sono interessanti per chi ha i loro stessi hobby, ma per nessun altro.

Riempi la tua mente di conoscenza ed esperienze.

Non è facile riuscire in questo intento, perché potresti dover rinunciare ad un po’ del tuo tempo libero per dedicarti ad interessi che non ti verrebbe naturale seguire. Leggi di tutto. Ascolta altre persone interessanti. Frequenta posti nuovi nella tua città. Prova cose nuove. Apriti a nuove idee. Ascolta musica diversa dal solito. Guarda film che non hai mai visto. Crea le tue opinioni personali. Non fare sempre le stesse cose settimana dopo settimana. Fallo abbastanza a lungo e diventerai una persona interessante.

Impara a presentare ciò che hai da dire in modo coinvolgente

Per essere interessanti bisogna saper dire le cose in modo interessante oltre che avere qualcosa di interessante da dire. Due persone potrebbero avere la stessa storia da raccontare, ma una potrebbe raccontarla attraverso un interminabile e noiosissimo aneddoto, mentre l’altra usando una narrazione breve, veloce e divertente. Una persona interessante potrebbe trasformare un evento assolutamente ordinario, come per esempio ciò che gli è capitato al lavoro, in un’avventura straordinaria. Una persona poco interessante potrebbe prendere un evento eccezionale e succhiarne via tutta la vita trasformandolo in una banalità.

Ognuno di noi ha certamente cose da raccontare a cui la gente è sempre interessata. Come una esperienza lavorativa eccezionale o il fatto che una volta ti sei lanciato col paracadute. Potrebbe essere utile prepararsi delle mini-storie su questi argomenti da raccontare ogni volta che capita l’occasione.

Un’altra parte importante di questo aspetto è il modo in cui ti presenti. Se sembri una persona che vale la pena di ascoltare, allora la gente sarà più incline a farlo. Se sembri uno che è meglio ignorare, allora la gente potrebbe non darti neanche la possibilità di raccontare le cose che hai da dire.

Sviluppa un sesto senso per le cose che la gente vuole sentire

Non c’è niente di peggio che dire qualcosa che non interessa a nessuno.

Devi conoscere il tuo pubblico e ritagliare la conversazione attorno a ciò che vuole sentire.

Per esempio, tua nonna può essere interessata a come vanno gli studi. Magari i tuoi genitori vogliono sapere che persone frequenti. Oppure puoi raccontare storie divertenti ai tuoi amici del pub.

Essere interessanti vuol dire promuovere la propria unicità

Difficilmente sarai interessante se hai le stesso cose da dire degli altri. È molto meglio aggiungere quel punto di vista unico che solo tu puoi offrire. La tua opinione su un argomento di politica può essere arricchito dalle considerazioni che ti sei fatto leggendo molti libri di storia. Il punto di vista di un’altra persona può essere influenzato da un lavoro che ha fatto. Ogni interlocutore porta un contributo unico alla discussione di cui gli altri partecipanti vogliono venire (si spera) a conoscenza.

Se tu e i tuoi amici state seduti a chiacchierare, ci sono un sacco di cose che solo tu puoi dare alla conversazione. E questi contributi derivano dalle tue esperienze e considerazioni che saranno sicuramente diverse da quelle degli altri.

Non credere di essere interessante solo perché hai una certa cultura

Nonostante tu possa essere molto ben informato su argomenti di politica o filosofia è comunque possibile che tu appaia un po’ distaccato perché sei convinto che questa tua conoscenza ti garantisca l’attenzione della gente. Questi argomenti sono una delle cose “giuste” di cui essere interessati, ma non è detto che salti sempre fuori questo tipo di argomento. Adattati semplicemente alle circostanze e parla anche di qualcos’altro.

Firma Marco Lombardo

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.7/5 (7 votes cast)
Cosa vuol dire essere interessante?, 4.7 out of 5 based on 7 ratings

Un commento riguardo “Cosa vuol dire essere interessante?

  1. Quando frequentavo le medie e i licei a casa mia c’era una situazione molto difficile.I problemi familiari che avevo a quel tempo mi avevano reso una persona taciturna,insicura,piena di paure…Ma soprattutto non avevo fiducia in me stesso.

    Come se non bastasse le mie debolezze mi avevano reso vittima di bullismo da parte di ragazzi benestanti viziati ed esaltati.

    Il bullismo che ho subito è stato molto feroce:ho perso tutto.Ragazze,amici…ma quel che è peggio ho perso il rispetto da parte degli altri.

    L’università purtroppo si è rilevata un fallimento e dopo aver dato 12 esami a ingegneria delle telecomunicazioni ho abbandonato tutto.

    C’è da dire inoltre che la scelta di ingegneria non corrispondeva ai miei reali interessi e inclinazioni ma è stata solo una sfida nei confronti di me stesso.

    Verso i 20 anni le numerose umiliazioni che avevo subito mi spinsero a migliorarmi.

    Con quelle poche conoscenze di lingua inglese che avevo cominciai a leggere libri in lingua americana sul miglioramento personale.

    Cominciai a cambiare di testa e di corpo.Cominciai a crearmi degli interessi e una nuova personalità.

    Dalla mia esperienza ho imparato che chi manca di volontà,coraggio,azione,perseveranza e non accetta sacrifici rimane un perdente di prima categoria a vita.

    Se non ti sai dare un valore automaticamente smetti di esistere di fronte agli occhi degli altri.

    Dopo 33 anni dopo tutta questa sofferenza l’unica cosa che vedo di positivo sta nel fatto che ho una mente libera e non faccio parte di un gruppo di individui che pensano di essere liberi ma in realtà sono schiavi di un pensiero che fa parte di un’altra persona.

    Adesso sto cercando persone con cui puoi parlare liberamente di te senza maschere,che mostrano rispetto e che amano la vita a 360 gradi.

    Adesso sto cominciando a frequentare le mostre per fare amicizia…chissà…forse ammirando un quadro di Escher può uscire un dialogo con chi ti sta accanto…

Rispondi