Smettere di sentirsi in imbarazzo

Smettere di sentirsi in imbarazzo

Momenti socialmente imbarazzanti capitano a chiunque; è come reagisci e oltrepassi questi momenti che fa la differenza. L’imbarazzo deriva da una sensazione di non essere “normali” o “socialmente giusti” di fronte agli altri. In parte è generato dalla propria paura del giudizio altrui, in parte dalle nostre aspettative e da come le interpretiamo. La paura di essere ridicolizzati o peggio isolati ci impedisce un pieno coinvolgimento durante le interazioni sociali.

Ci sono ottime ragioni per non essere spaventato di essere visto come ridicolo. Tutti hanno dovuto affrontare a gestire l’imbarazzo, e anche se sei più goffo della media ci sono modi collaudati per non sentirsi ridicoli.

Ecco alcuni trucchi per smettere di sentirti in imbarazzo.

Realizza che non sei il solo

La realtà è che la maggior parte di noi si preoccupa delle stesse identiche cose quando è in pubblico, in special modo di piacere agli altri, di fare una buona impressione o di non annoiare il proprio interlocutore. In effetti molte delle nostre preoccupazioni svanirebbero se solo potessimo leggerci tutti nel pensiero! Prima o poi tutti ci sentiamo in imbarazzo per qualcosa che stiamo facendo. In ogni caso, se ti senti così la maggior parte del tempo stai sopravvalutando le situazioni sociali e le rende peggiori di quello che sono in realtà.

Cerca le origini del tuo disagio sociale

Per molte persone che provano un grande disagio sociale, le sensazioni nascono da ansia, paura, insicurezza, bassa autostima. Ciascuna di queste sorgenti può essere ignorata se sei determinato ad oltrepassare i tuoi limiti un po’ alla volta. Ma ci sono altre ragioni. Avere brutte esperienze passate, sentire che le persone che ci circondano non sono al nostro livello, che non capiscono che tu sia un introverso (che è diverso dall’essere timido), sentire l’obbligo di interagire a causa del lavoro o delle pressioni genitoriali, sentirsi confusi sulle motivazioni e le azioni di chi ci circonda. In ogni caso è utile cercare di identificare la causa principe del disagio sociale per affrontarla direttamente.

Timidezza

Essere timido può davvero inibire le interazioni sociali. È importante venirne a capo, da soli o con un aiuto esterno.

Introversione

Essere un introverso è diverso che essere timido, anche se le due cose possono convivere nella stessa persona. Un introverso non ama stare sotto i riflettori, le situazioni sociali gli appaiono faticose e si sente più appagato da riflessioni interiori di quanto possa esserlo un estroverso. Un timido, invece, vuole partecipare alle situazioni sociali, ma si sente imbarazzato o le abbandona.

Ansia sociale

L’ansia sociale è un grave malattia ansiogena per la quale una persona non riesce ad avere una vita. Chi ne soffre tende a restare da solo o attaccato alla famiglia ed evita qualunque interazione sociale. Questo disagio nasce dalla sensazione costante che gli altri analizzino ed osservino il soggetto per umiliarlo e deriderlo.

Impara a riconoscere i segnali fisici dell’ansia, della tensione e dell’imbarazzo

Il tuo corpo ha reazioni chimiche dinnanzi a situazioni che tu ritieni imbarazzanti. Se sai riconoscerle come tali, puoi contenerle nel giusto modo. Quando si presentano, ripeti a te stesso “Sto avendo una reazione ansiosa. Ma intendo avere il controllo. Andrà tutto bene“. Col tempo spariranno.

Aumenta la sicurezza

Anche se non ti senti sicuro, puoi benissimo simularlo, ma ricordarti di essere il più amichevole possibile. È davvero difficile trovare sicurezza in situazioni che ispirano paura, ansia, panico, desiderio di fuggire. Comunque, per cominciare puoi chiederti “Quale sarebbe la cosa peggiore che potrebbe mai capitare?” e provare a fare qualcosa di semplice per socializzare con gli altri.

Sii amichevole

Se presumi che chi voglia entrare in contatto con te abbia buone intenzioni sarai più aperto e amichevole con gli altri. Sebbene sia vero che per quanto tu sia amichevole qualcuno parrà sempre avere la mente piena di odio e risentimento, questa non è una ragione valida per ricambiare con la stessa moneta. Se mantieni un comportamento amichevole metti gli altri a loro agio, trovi modi di rompere il ghiaccio, e dai alle persone il modo di aprirsi. Se non sei abituato ad essere amichevole, provaci. Diventerà parte di te mano a mano che ti accorgi che è più semplice che non alzare difese, barriere e sfiducia.

  • Un atteggiamento amichevole può aiutare a mettere gli altri a loro agio in tua presenza. Sorridi, mantieni lo sguardo senza fissare, rilassati e usa un linguaggio corporeo aperto (ad esempio braccia distese invece che incrociate).
  • Quando incontri qualcuno la prima volta, sii amichevole e fai domande aperte (“Che ore sono?” è una domanda chiusa, “Cosa fate di bello?” è una domanda aperta). Evita di chiedere cose troppo personali per non sembrare impiccione.
  • Essere amichevole non significa essere ingenuo. Mantieni cautela con chi appare aggressivo o subdolo.

Preoccupati meno di cosa la gente pensa di te

La verità è che la maggior parte delle persone è preoccupata da cosa gli altri pensano di loro. Inoltre, alcuni sono sarcastici, negativi e sbruffoni a prescindere da chi tu sia. Per questa gente, tale atteggiamento negativo è spesso un meccanismo di difesa che usano per nascondere le proprie sensazioni di disagio e insicurezza. Per questo tali azioni non sono dirette a te, ma sono un’espressione esterna di un problema interiore. Non te la prendere: fai il meglio per condividere te stesso e non ti preoccupare di cosa gli altri pensano di te.

  • Impara che molte persone sono nervose quanto te; hanno solo imparato a nasconderlo.
  • Alcune persone hanno pensieri negativi sugli altri per proteggere i loro punti di vista limitati. Non puoi cambiare questi punti di vista; cerca invece di comprendere come questo odio per gli altri sia dovuto alla loro innata debolezza.

Prendila alla leggera

Cose spiacevoli possono capitare e molte volte senza alcun motivo. Non abbiamo sempre il controllo su situazioni imbarazzanti, come i lunghi attimi di silenzio in una conversazione che pareva interminabile, il vento che soffia quando non dovrebbe o quel tappeto messo ad arte per farci inciampare davanti a tutti. Queste cose dovrebbero essere una ragione per accettare la nostra umanità e comprendere che la vita alle volte è imprevedibile e imperfetta. Impara a non prenderti troppo sul serio e trovare il lato divertente delle situazioni imbarazzanti.
Facendo questo, non solo poni tali eventi nella giusta prospettiva, ma l’umorismo spezza la tensione fra i presenti, facendoli ridere con te e non di te, e facendo sfilare via il momento imbarazzante senza ulteriori strascichi.

Ridere di te stesso quando accade qualcosa di imprevisto mostra alla gente che la situazione non è poi così grave. Osserva chi fa umorismo sugli inconveniente della vita; i comici mostrano come momenti imbarazzanti possono diventare situazioni divertenti.

Concentrati sugli aspetti positivi

Durante i momenti difficili tendiamo a vedere tutto ciò che non va, ma è utile invece concentrarsi sugli aspetti positivi. Cosa c’è di buono intorno a te in questo momento, anche se vorresti che la terra ti inghiottisse? Individuare alcuni aspetti positivi può aiutarti a capire come gli eventi imbarazzanti siano insignificanti se visti in un disegno più grande.

Usa il dialogo interiore per oltrepassare l’imbarazzo sociale

Il dialogo interiore può aiutare a non focalizzarti sulla preoccupazione del giudizio altrui, così da proiettare un senso di tranquillità in te stesso. Alcune cose da dirsi che aiutano  ad oltrepassare momenti di ansia:

  • La mia ansia sta distorcendo il mio pensiero
  • Sto prestando troppa attenzione alle brutte sensazioni nel mio corpo
  • Sono solo reazioni chimiche a farmi sentire nervoso. In realtà va tutto benissimo
  • Posso vincere l’ansia
  • Sono a posto
  • Le persone sono magnifiche e mi diverto con loro
  • Alla gente piace cosa dico e cosa faccio

Impara a rilassarti

Il rilassamento non è un gioco; è una pratica di sopravvivenza moderna. Il rilassamento deve cominciare a casa, dove sei più tranquillo. Impara la respirazione diaframmatica per oltrepassare momenti di ansia, fai esercizi di rilassamento, stretching e anche meditazione quotidiana per potenziare la tua capacità di passare a una condizione rilassata quando necessario. Quando hai imparato a farlo a casa, fallo anche quando sei in pubblico. Respirare profondamente e lentamente può calmarti quando ti senti assalito da troppi stimoli sociali.

Prenditi momenti di recupero

Non tutte le situazioni imbarazzanti possono essere risolte con un respiro profondo e una risata. Ci possono essere casi in cui l’imbarazzo, il dolore e le emozioni sono troppo grandi per essere gestite davanti agli altri, ed è più semplice uscire di scena per un po’. Prenderti momenti di recupero ti aiuta a calmarti e superare l’ansia.

  • Cerca ad gni costo di non scoppiare in lacrime o urlare. Scusati velocemente coi presenti, di’ che hai bisogno di un minuto, di andare in bagno o di un po’ di aria fresca e vai in un posto vuoto e tranquillo. È buona norma rassicurare che tornerai entro breve, soprattutto se eri impegnato in una discussione.
  • Se l’imbarazzo nasce da una discussione accesa, è perfettamente accettabile interromperla e dire che ti allontani per calmarti. Prometti che tornerai quando ti sentirai meno coinvolto. Non significa aver paura: ci vuole invece un gran coraggio ad ammettere di aver bisogno di una pausa per riprendere il controllo dei pensieri e scacciare rabbia e nervosismo.
  • Ci può volere anche un’ora intera per calmarsi dopo essere stati travolti dall’ansia. Prenditi tutto il tempo che ti serve. Eventualmente fai in modo che un amico spieghi e si scusi al posto tuo per il tuo mancato ritorno.

Sii buono con te stesso

Tutti noi abbiamo almeno un’esperienza mortificante da raccontare. È un segno di rispetto verso sè stessi guardare indietro a questi incidenti con un sorriso ironico, e rendersi conto che non ci hanno debilitati, e sono oggi divertenti aneddoti da raccontare a cena. Fai attenzione a non dare troppa importanza ad una sola brutta esperienza e non applicare quell’evento come modello di interazioni sociali. Concentrati il più possibile su tutte le interazioni sociali positive, che hanno funzionato bene, non importa quanto insignificanti o ordinarie. Renditi conto che la socializzazione comporta apprendere alcune abilità chiave. Queste abilità possono essere imparate in qualsiasi momento della vita, a condizione che tu sia disposto a provare:

Chiacchiere

Questo è il lubrificante della conversazione. Non serve spingersi troppo in profondità con la maggior parte delle persone che incontri.

Conversazione

Un’ottima tecnica per trovare velocemente un buon argomento di conversazione consiste nel fare un elenco di buoni spunti, memorizzarli e sfoderarli in caso di necessità. Se sei perplesso su quali argomenti di conversazione utilizzare, questo semplice gesto ti fa risparmiare un sacco di angoscia.

Barzellette

Raccontare una barzelletta al momento sbagliato può rovinare la propria reputazione e creare imbarazzo. Eppure, raccontarne una proprio al momento giusto, con il tono giusto, può rilassare notevolmente la situazione.

Complimenti

Sii sincero e falli al momento giusto. Se non sei sincero, non fare complimenti. Se non sai se il momento è giusto, meglio non farlo. Comunque, se sei un principiante in complimenti, guarda gli altri e seguine l’esempio.

La soluzione perfetta

Stare a casa, davanti allo schermo del computer, rifiutare gli inviti… non ti aiuterà ad evitare momenti socialmente imbarazzanti. Invece di nascondersi, bisogna avere il coraggio di uscire e socializzare più spesso. Non c’è bisogno di essere il re della città, ma almeno cominciare ad partecipare ad eventi che ti interessano e avere conversazioni brevi, ma interessanti, con le persone che ti piace avere intorno. Inizia con persone di fiducia e lentamente includi persone con cui sei meno familiare.

Socializzare a piccole dosi

Socializzare non è una maratona nè un esame. Va bene limitarsi ad una socializzazione ristretta, basta che non smetti di farlo.

Renditi conto che alcune persone sono snob o scostanti

Per fortuna non sono la norma e per questo non rappresentano un motivo valido per nascondersi. Con questo tipo di persone, occorre imparare ad andarsene con dignità, dicendo “È stato bello conoscerti” e girando i tacchi. Non lasciare che questi incontri rovinino tutta la tua esperienza sociale; c’è sempre qualcun altro che vale la pena di conoscere.

Scopri come terminare efficacemente una conversazione

Per molte persone il problema è la paura di apparire scortesi o indifferenti a farli parlare a sproposito. In realtà stanno solo continuando una conversazione che non sta andando da nessuna parte o che è terribilmente noiosa.

Suggerimenti

L’esercizio fisico regolare può aiutarti a rimanere in sintonia con te stesso e con gli altri. La produzione di endorfine, aiuterà a calmarti e a superare l’ansia quando si presenta.

Se non sei già una persona assertiva, investi del tempo per sviluppare un comportamento assertivo. Lo stile assertivo di comunicazione può aiutare a superare l’ansia nelle interazioni sociali, ti permette di esprimere le tue  esigenze e di dire quello che pensi senza ferire i sentimenti degli altri, aiutandoti al contempo a sentirti sicuri di te. E quando si presenteranno momenti socialmente imbarazzanti (inevitabile), ti sentirai più sicuro.

Se non conosci le norme sociali per il gruppo con il quale passi il tempo, devi fare lo sforzo di impararle. Non sapere queste norme sociali può farti sentire in imbarazzo. L’etichetta è una serie di semplici regole sociali che creano i confini, routine e segnali che chiunque può capire; essere sempre gentili e cordiali spiana la strada nelle situazioni sociali. La gente di solito perdona tutto a una persona gentile.

Persone ansiose possono venire definite come difficili o strane. Se ritieni che qualcun altro si stia comportando in questo modo con te, forse si sente in imbarazzo. Questo può servire da specchio per il tuo comportamento, fornendoti un’idea di come appari agli altri e dandoti la possibilità di conoscere meglio la persona in questione.

Evita ad ogni costo i pettegolezzi e non parlare male degli altri.

Avvertimenti

Non analizzare troppo. Più semplice è la tua percezione delle interazioni sociali, meglio è.

Se noti persone che ti guardano, renditi conto che sono curiosi come te! Invece di metterti sulla difensiva, prova a fare un sorriso e penseranno che sei una persona a posto.

Evita di vantarti per impressionare gli altri. Se ti rendi conto di stare esagerando, fermarti e chiedi scusa o semplicemente cambia argomento.

Firma Marco Lombardo

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.8/5 (5 votes cast)
Smettere di sentirsi in imbarazzo, 4.8 out of 5 based on 5 ratings

Rispondi