Ti senti escluso? Ti rivelo come non passare inosservato

Ti senti escluso? Ti rivelo come non passare inosservato

Ti è mai capitato di essere ignorato dai tuoi amici? Ti senti escluso e hai l’impressione che a nessuno importi che tu ci sia oppure no. Se prolungata nel tempo, questa situazione diventa davvero difficile da vivere e può addirittura arrivare a compromettere la tua autostima.

Ecco alcuni casi esemplari:

  • quando sei fuori con i tuoi amici, nessuno ti rivolge la parola
  • non vieni mai invitato agli eventi e scopri solo in seguito che gli altri hanno fatto qualcosa senza di te
  • se vuoi essere incluso nei piani dei tuoi amici, devi essere tu a chiamarli per sapere cosa hanno deciso di fare

Prima di svelarti tutti i segreti per non essere escluso, ti invito a riflettere sulle seguenti domande:

Siete veramente compatibili?

Se sei molto diverso dalle altre persone nel tuo gruppo è molto difficile che tu riesca a diventare loro amico. A volte entri in un gruppo per svariate ragioni, ma non è detto che una volta dentro, tu vada a genio a chiunque. Tutte i membri del gruppo potrebbero essere persone gentili e tu potresti piacere loro come persona, ma in fin dei conti, tu sei diverso da tutti gli altri. Prima di continuare a leggere chiediti se sei veramente compatibile con il tuo gruppo.

Condividete gli stessi interessi?

A volte capita che il tuo gruppo ami fare qualcosa che a te proprio non piace. Quando questo accade, non devi sorprenderti di non essere sommerso da inviti a partecipare. Per esempio tutti i tuoi amici sono amanti del Monopoli, ma a te neanche piacciono i giochi da tavolo. Se il gruppo sta pensando di organizzare una serata dedicata a Monopoli, è abbastanza probabile che non ti chiedano nemmeno se vuoi partecipare. Prima di continuare a leggere, chiediti se sei interessato a partecipare alle attività del tuo gruppo.

Come non essere escluso

Se sei arrivato a leggere fin qui, vuol dire che tu e il tuo gruppo siate fatti l’uno per l’altro e sei determinato a smettere di sentirti escluso quando si tratta di fare qualcosa assieme.

Ecco i miei consigli per non passare inosservato:

Migliora i rapporti

In un gruppo di amici puoi venire ignorato semplicemente perché non sei amico stretto di nessuno dei membri del gruppo. Questo vuol dire che quando arriva il momento di organizzare qualcosa e scegliere chi invitare, semplicemente non sei in cima alla lista di nessuno. Se hai un rapporto superficiale con chiunque, dovrai essere sempre tu a prendere l’iniziativa per essere coinvolto nelle attività del gruppo.

Se vuoi che il gruppo ti consideri quando organizza qualcosa da fare, allora devi per forza di cose creare un rapporto più profondo con le altre persone del gruppo. Ricordati però che è molto difficile essere il migliore amico di tutti. Il mio consiglio è di concentrati soprattutto sulle persone con cui ti trovi meglio.

Fatti sentire

Se non sei particolarmente loquace, è facile che tu venga escluso dal gruppo. Se sei fortunato, gli altri si accorgeranno che sei particolarmente silenzioso e faranno di tutto per includerti. Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi, una persona silenziosa esce dall’attenzione del resto del gruppo.

Se sei silenzioso troppo spesso, i tuoi amici potrebbe addirittura arrivare a pensare che tu non apprezzi la loro compagnia e ti fanno un favore a non invitarti.

In questo caso, la soluzione è parlare di più. Questo può sembrare difficile, soprattutto se sei timido o semplicemente non sai cosa dire. Se hai bisogno di aiuto, questo blog è pieno di articoli sull’argomento.

Partecipa di più

Non partecipare mai fa lo stesso effetto che essere troppo silenziosi. Quando il gruppo sta facendo qualcosa assieme come giocare o ballare, alcune persone partecipano, altre si tirano indietro e stanno in disparte. Se non partecipi mai quando esci con i tuoi amici, quando viene il momento di organizzare qualcosa, i tuoi amici potrebbero non coinvolgerti, perché è già capitato in passato che tu ti sia tenuto in disparte.

Se partecipi alle attività del tuo gruppo, sarai visto come una persona con cui è divertente passare del tempo assieme. Sarai quindi il primo ad essere contattato quando avranno voglia di divertirsi.

Firma Marco Lombardo
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (14 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...

10 Replies to “Ti senti escluso? Ti rivelo come non passare inosservato”

  1. caro marco, io frequento l’ azione cattolica vivevo e sto vivendo sempre su questo fatto che mi escludono perché sono solo invidiosi e parlano male delle altre persone. quando sei fuori con i tuoi amici, nessuno ti rivolge la parola capitava questo spesso. poi avevo litigato con un mio ex migliore amico e il gruppo era diventato qualcosa di orribile. anche io ho dei difetti che raccontavo tutto. ora che ho 21 anni mi considerano che sono una pazza, una non normale, inventano la mia vita, fanno scherzi telefonici, mi chiamano alle serate grandi per essere insultata e si divertono. ma io l’ ac non lo lascio per niente. ora che ho imparato che più sparlano e più sono contenta. perché io non ho niente di raccontare di loro fuori. adesso mi sono dimenticata come si fa un amicizia e ho paura che questi influenzano persone che ho conosciute cosa facevo io nel passato. non sanno che le persone cambiano e loro che stanno da anni si sembrano uguali. io credo chi sta nel gruppo la persona non riesce a guardare i difetti.

    • È davvero brutto quando i tuoi amici ti prendono in giro. Ti consiglio di non farti mettere i piedi in testa e di cercare di far loro capire che il loro comportamento ti ferisce. Se sono veramente tuoi amici capiranno; se invece non lo sono allora sarà giunto il momento di trovare un nuovo gruppo di amici. Qualche tempo fa ho scritto un articolo proprio su questo argomento che ti consiglio di leggere:

  2. Spesso sono esclusa anche quando cerco di includermi, di espormi parlando. È come se qualcosa di me dicesse 'sono qui, vi sto parlando ma voi fate come se non esistessi, non calcolatemi', perchè anche quando cerco di coinvolgermi, non mi rivolgono neanche lo sguardo, oppure mi guardano per un po' e lo distolgono, a volte parlo e non mi ascoltano/rispondono.. è una cosa tremenda.. tanto è che ho spesso pensato di avere una faccia/voce poco gradevole, o un tono di voce monotono e noioso..

  3. sono solo un'adolescente di 16 anni ma mi sento più "grande" perché nonostante l'età ho vissuto cose difficili che ho superato in parte… insomma si tira avanti.. io sono una persona dalle mille sfaccettature e spesso mi sento troppo diversa.. incompresa.. sento di non avere nessuno ho perso un'amica che pensavo che tenesse molto a me, ma evidentemente non era così, purtroppo ho fatto la grande cazzata di non sentire più gli altri miei amici e mi sono ritrovata sola a piangere ogni sera per il fatto che lei non mi voleva più e che a nessuno effettivamente importava qualcosa di me … mi sentivo molto ma molto sola … non che adesso sia meglio ma ho iniziato a scoprire nuove persone e creare rapporti con queste che non mi sarei mai aspettata .. però nonostante i grandi progressi fatti dopo quasi 3 mesi mi sento ancora un vero schifo … sento che nessuno mi apprezza per quel che sono, non mi sento davvero voluta bene fino infondo come me ne voleva lei e lo capisco io la conoscevo da due anni e stavamo molto spesso assieme però mi manca essere voluta bene davvero, mi manca che qualcuno si accorga di me quando non ci sono… nessuno lo fa o comunque nessuno peri motivi che vorrei .. inoltre il mio gruppo di amici più stretto non lo è più così stretto infatti cominciano ad uscire senza di me e io non riesco a fare a meno di starci male… ma infondo ha senso perché sono stati mesi difficili senza di lei e ho scoperto quanto io sia sbagliata o comunque quanto faccia male sentirsi sbagliata e l'unica cosa che volevo era che qualcuno si accorgesse di me … perché devo starci così male se una persona mi ferisce e soprattutto perché continuo a volerle bene ?? Vorrei solo un po' di serenità, tutti dicono che questi dovrebbero essere pure gli anni migliori della nostra vita.. ca**o ma dopo come starò??

  4. Hai tutta la mia comprensione, cara!
    Mi rendo conto che il post è datato, ma nel caso passasse qualcuno, mi aggrego con il… suggerimento jolly: e se ti dedicassi ad un'attività di volontariato che ti piace? Aiuta a cambiare "aria", trovare nuove persone da conoscere e a farti scoprire (o riscoprire) qualità che credevi perdute.

  5. Caro Marco,io non saprei cosa ho ,perché ogni giorno mi sento escluso da gli altri. Quando organizzò delle mangiate dicono sempre di no ,quando chiedi se vogliono uscire inventono scuse,per esempio che stanno con la febbre.
    Io non so più comportarmi perché sono 18 anni che sto cosi perché queste cose mi fanno soffrire davvero.
    È come fosse che non esisto.

  6. Stiamo nella stessa situazione. Ormai quando voglio andare al cinema o in piscina o a un concerto vado sempre da solo. Anzi da anni lo faccio senza neanche chiedere alle persone se vogliono venire, tanto dicono tutti: "ti faccio sapere" e poi spariscono fino al giorno successivo al film o se si tratta di una piscina "eh scusa, non ho sentito la sveglia"

    • io di anni ne ho 14 e sembra che viva da 50 sono probabilmente la ragazza più matura della mia piccola città ho vissuto davvero grandi disgrazie sin dai 3 anni
      Ma ciò mi ha fatto maturare
      Gli amici che avevo hanno sempre detto di volermi bene che io ero tutto per loro…ma ora che non ci vediamo non mi chiamano o scrivono più (neanche quando scrivo io)
      Se ne vanno in giro senza invitarmi e se lo fanno lo fanno solo perché obbligate dalle madri
      Nonostante io abbia sempre detto loro che sono tutto per me (e lo sono veramente perché io non ho neanche una famiglia) nonostante mi sia sempre resa disponibile per tutto e sempre le abbia ascoltate dando loro i miei consigli da "matura"
      Ora eccoci qua
      Non ci vediamo da mesi e non mi ascoltano
      Ricordo che quando c'erano degli eventi a cui partecipano arrivava la parte della giornata in cui persino un pezzo di pane per terra veniva considerato più di me
      E quindi andavo in bagno e stavo li
      A piangere
      Sperando qualcuno si accorgesse che non c'ero
      Che ero sparita
      Ma niente…nessuno veniva
      Capitava che mi trovavano perché andavano in bagno per i LORO di bisogni…non per cercarmi
      Allora mi chiedevano che ci facessi lì
      E io rispondevo:" no niente avevo un po caldo" oppure "niente avevo un po' di mal di pancia" finché un giorno risposi che stavo lì per vedere se si fossero accorte che non c'ero, se avessero mai capito che nonostante tutti i miei sorrisi stavo male perché nel profondo sapevo che non interessava mai del tutto a nessuno di me
      E ora ne ho la certezza
      Ho sprecato notti, giorni, ore, mesi, anni, chiamate, occasioni e tutta me stessa per persone che non mi hanno mai voluto bene del tutto
      Non ho mai avuto un/a migliore amic*
      Però ho sempre considerato qualcuno come tale
      Ovviamente
      Per esso io ero una nullità aqquanto pare…
      Ecco
      Ho vissuto tanto
      Tanto di ogni argomento esistente
      Non sono orfana
      Ma dal come si comportano i miei "genitori" con me mi pare di sì
      Ho avuto un ragazzo
      Ma si è trasferito e non mi ha più detto nulla…
      Dopo 8 anni passati nella società tramite la scuola ho realizzato una cosa
      Devo stare da sola
      Non devo più aprirmi a nessuno se qualcun'altro non lo fa per primo
      Non perderò più piccoli pezzi di me perché gli altri li buttano fino a lasciarmi distrutta
      NO
      Da all'ora basta
      Da all'ora io vivo per me e solo per me
      Se qualcuno ci terrà mai veramente a me (se è possibile ) dovrà venere lui/lei da me
      Dovrà dimostrarlo
      Perché da oggi io non rischio
      Da oggi io non cerco
      Perché sono stufa
      Sono una persona che ha sempre aiutato chi ne aveva bisogno
      Sono una persona che è aperta con Tutti e sempre disponibile
      Ma da oggi no
      Da oggi se qualcuno vuole qualcosa da me se la viene a prende
      Non offro più cose gratis
      Ora ci si arrangia
      Perché ho sempre pensato di farla finita
      Ma UNA COSA mi ha tenuto in vita
      Il pensiero del mio futuro
      Io quando sarò libera da tutto ciò avrò una casa mia
      Mi cercherò degli amici ma che metterò alla prova per non rischiare di distruggermi ancora
      Taglieró ogni tipo di contatto con queste persone che ora sono qui
      Quidni per i prossimi 10 anni staró da sola
      Penserò solo a me e al mio futuro
      Sarà un'impresa dato che esiste il bullismo come già só
      Ma terrò duro anche lì
      Al massimo farò a botte o direttamente dalla preside
      Bene
      Quindi il mio consiglio è questo
      Non fidatevi mai del tutto
      MAI
      Perché anche coloro a cui volete bene più della vostra vita vi deluderanno
      Anche senza volerlo
      Lo faranno sempre
      E ciò vi farà stare male
      Quindi ascoltatemi
      E non riponete la vostra gentilezza e la vostra fiducia a nessuno

      Con questo concludo
      E se per caso qualcuno trova un rimedio a tutto ciò me lo dica
      Perché provare non mi costa niente

Rispondi